Chi siamo

Da Casa Don Orione - Trebaseleghe.
Versione delle 08:32, 25 lug 2018, autore: Roberto (Discussione | contributi)

(diff) ← Versione meno recente | Versione attuale (diff) | Versione più recente → (diff)

Indice

Mission

La Casa Don Orione di Trebaseleghe è una casa di riposo privata convenzionata con la locale Azienda ULSS 6 Euganea. È gestita da religiosi dell’Opera di Don Orione. Accoglie persone anziane di ambo i sessi autosufficienti e non autosufficienti, offrendo loro il conforto di un ambiente familiare, una adeguata assistenza socio-sanitaria ed un rispettoso accompagnamento religioso e spirituale.

Questo è un ambito di lavoro dove agli operatori viene richiesta professionalità e particolare attenzione verso le persone ospitate, condividendo in tal modo le finalità e lo stile dell’Opera fondata da Don Orione.

Non solo professionalità ma anche amore verso il prossimo.

L’Ospite è al centro del servizio prestato dalla Casa. Egli ha diritti inalienabili che devono essere tutelati per ragioni di giustizia e sostenuti con dedizione e impegno.

La finalità della Casa è offrire la possibilità di un’esperienza di vitacomunitaria, serena e dignitosa, nel rispetto e nella promozione integrale della persona con l’obiettivo di permettere alle persone anziane accolte la soddisfazione dei bisogni primari e di vivere relazioni significative.

Foyer




Don Orione (1872-1940)

Quadro-Don-Orione.jpg

Nato a Pontecurone (AI) il 23 giugno 1872, trovò nell’ambiente familiare di povertà e convinta religione gli stimoli più immediati e decisivi che gli seminarono in cuore i germi forti e tenerissimi di una amorosa passione verso Dio e gli uomini, guida e luce della generosissima sua esistenza.

La sua vocazione sofferta e irrobustita nel sacrificio, ebbe validi alleati nella pausa semestrale trascorsa presso i religiosi di San Francesco (Voghera 1885-1886), nella triennale dimora presso Don Bosco e i suoi santi collaboratori (Torino 1886-’89), nel duro tirocinio della vita seminaristica, costellata da rinunce e umili servizi ecclesiastici (Tortona 1889-‘93). Il 13 aprile 1895 venne ordinato Sacerdote.

Dalle vicende religiose e politico-sociali di quegli anni di preparazione fervidissima al ministero sacerdotale, Luigi Orione trasse irrefrenabili stimoli ad agire prima per la salvezza dei fanciulli orfani, privi di mezzi, abbandonati, impossibilitati a sfruttare i talenti dell’intelligenza e gli slanci del cuore; in un secondo tempo, per aprire istituzioni benefiche e rifugi di pace ai più poveri e ai tribolati nel fisico, ai provati dalla fame e dalla miseria.

La sua azione passò così, attraverso la scuola, le colonie agricole, gli artigiani, le scuole professionali, alle Case di Carità, ai piccoli Cottolengo.

Ai Figli della Divina Provvidenza: Sacerdoti e Fratelli (1893), affiancò gli Eremiti della Divina Provvidenza (1899). Le Piccole Suore Missionarie della Carità (1915), le Suore Cieche Adoratrici Sacramentine (1927). Il quadriennio (1921-1922, 1934-1937) lo trascorse tra i suoi Missionari nel Sud America.

Morì improvvisamente in una Casa di Riposo a San Remo, dove a forza lo avevano mandato i medici e collaboratori fiduciosi in una ripresa: era il 12 marzo del 1940.

Prima di lasciare Tortona, la sera dell’8 marzo aveva protestato: “Non è tra le palme che io voglio vivere e morire, ma tra i poveri che sono Gesù Cristo!”.

Il 26 ottobre 1980 il Santo Padre Giovanni Paolo II lo proclamò beato e lo stesso Papa lo ha proclamato Santo il 16 maggio 2004.




Casa Don Orione - Cenni storici

La Casa Don Orione è una struttura residenziale per ospiti anziani autosufficienti e non, ed appartiene all’Ente Religioso giuridico Provincia Religiosa di San Marziano di Don Orione con sede legale a Milano, viale Caterina da Forlì 19.

È un istituto privato gestito dai religiosi denominati “Figli della Divina Provvidenza”.

Ha iniziato la propria attività nel 1988 in risposta alla richiesta del paese di avvicinare gli anziani ospitati nelle case di riposo di altri comuni. All’inizio la Casa ospitava 70 anziani autosufficienti.

Con il passare degli anni, con il conseguente peggioramento delle condizioni di autonomia degli ospiti e con la domanda prevalente di ricovero di anziani non autosufficienti, Casa Don Orione ha incrementato i posti destinati ai non autosufficienti fino ad arrivare a 142 posti per ospiti non autosufficienti (di cui 24 ospiti ad alta intensità assistenziale) in convenzione con l’ Azienda ULSS per l’assistenza sanitaria e 12 posti destinati agli autosufficienti.

Attualmente è in vigore il Centro Diurno per Anziani non autosufficienti: fino a 6 posti.




I valori organizzativi di Casa Don Orione

Casa Don Orione promuove i seguenti valori organizzativi:

Centralità della persona e dei suoi bisogni. Ogni scelta effettuata dalla Direzione e dal proprio personale tiene sempre presente la persona accolta e il suo benessere inteso come insieme di elementi fisici, psicologici, sociali e spirituali.

Spirito di famiglia. Le opere di Don Orione si caratterizzano e lavorano per creare un clima familiare che possa facilitare la relazione tra tutte le persone (utenti, operatori e familiari),

Chiarezza e disponibilità. Le criticità presenti e rilevate sono una risorsa per migliorare il servizio. La direzione privilegia il dialogo e la relazione per affrontare i problemi presenti.




Gli organi istituzionali e suo funzionamento

La Casa Don Orione fa parte della Provincia Religiosa “San Marziano di Don Orione” Ente Religioso Giuridico. Pur mantenendo una centralità amministrativa ha definito una struttura organizzativa che si compone di servizi per il funzionamento dell’organizzazione e servizi per rivolti a utenti. I servizi per il funzionamento dell’organizzazione sono:

  • Servizio Amministrativo

I servizi rivolti agli utenti sono:

  • Servizi per anziani non autosufficienti
  • Servizi per anziani autosufficienti
  • Centro diurno per anziani non autosufficienti


  1. Il Direttore
  2. La Provincia Religiosa è retta da un Direttore Provinciale assistito dal Consiglio, composto da cinque Consiglieri di cui l’Economo è anche legale rappresentante. Ogni Casa o Comunità dipendente dalla Provincia è diretta da un Direttore coadiuvato da due o più consiglieri.

    Il Direttore rimane in carica per 3 anni e può essere confermato per un secondo ed anche per un terzo mandato per giusto motivo e su autorizzazione del Direttore Provinciale.

    Il Direttore ha la rappresentanza legale ed esercita tutti i poteri che gli sono conferiti dalla Procura Speciale, dalle Costituzioni e Norme della Congregazione e dai regolamenti. In particolare:

    • Dirige l’Ente con la diligenza del “buon Padre di famiglia”
    • Assicura l’animazione religiosa nelle attività in coerenza con l’ispirazione cristiana
    • Dispone l’impiego delle risorse umane e strumentali e assume provvedimenti d’urgenza.
  3. Consiglio della Casa
  4. Consiglio della Casa svolge funzioni deliberative per le attività di gestione ordinaria e strategica dell’Ente, ha il compito di indicare e verificare la mission. È composto da personale religioso appartenente all’Opera.

  5. Equipe di Direzione
  6. L'Equipe di Direzione presieduta dal Direttore, è composta da personale religioso e laico professionale, preposto nei vari settori dell'attività della casa, svolge funzioni consultive e propositive per lo sviluppo delle attività e dei servizi. L'Equipe di Direzione si riunisce a seconda delle necessità.

  7. Responsabile di struttura
  8. Il Responsabile di struttura viene nominato dalla Direzione Provinciale e nel rispetto dell'identità della Casa Don Orione, deve valorizzare le risorse umane dell’organizzazione, promuovere appartenenza, aggiornamento e la responsabilità nel personale; ha la responsabilità della conduzione dell’area servizi alla persona, ne cura la programmazione e il coordinamento delle attività direttamente o tramite i referenti degli appalti.

    Terrazzi-camere.jpg




    Organigramma

    Organigramma 2018.jpg




    Servizi

    Casa Don Orione si caratterizza per una gestione accorta ma dai modi specificamente familiari. Per scelte strategiche definite anni or sono, alcuni servizi vengono gestiti direttamente, altri sono dati in appalto a soggetti o organizzazioni selezionate con cura. Attualmente la situazione è la seguente:

    1. Servizi a gestione diretta:
      1. Direzione e coordinamento generale
      2. Amministrazione/contabilità
      3. Servizio di segreteria
      4. Servizio sociale
      5. Servizio educativo
      6. Servizio di psicologia
      7. Servizio fisioterapia
      8. Servizio di manutenzione e riparazione
      9. servizio di sicurezza protezione e prevenzione
      10. Servizio religioso
      11. Servizio trasporti
    2. Servizi a gestione Indiretta:
      1. servizio socio assistenziale
      2. servizio infermieristico
      3. servizio ristorazione
      4. servizio di medicina generale
      5. servizio gestione qualità
      6. servizio di pulizie
      7. servizio di lavanderia

    Azioni di tutela e miglioramento continuo

    Le criticità presenti nel sistema e durante l’operatività vengono rilevate dalle segnalazioni dirette degli ospiti stessi e/o dai loro familiari, dalle segnalazioni dei professionisti e operatori attraverso le schede di non conformità. Ogni non conformità viene analizzata e predisposta un‘azione di miglioramento nei limiti del budget a disposizione. Nel report di fine anno vengono raccolti e valutati i risultati delle azioni di miglioramento.

    Obiettivi generali per il miglioramento della qualità dei servizi

    Casa Don Orione rivede in maniera continua e mirata la qualità dei servizi per consentire nel quadro legislativo, nel rispetto dell’etica professionale, di identificare e raggiungere una serie di obiettivi specifici, quali:

    1. la soddisfazione delle esigenze degli utenti: a questo proposito viene posta particolare attenzione alla personalizzazione delle modalità relazionali, assistenziali, sanitarie e riabilitative;
    2. il miglioramento dell’efficienza dell’ente: attraverso l’identificazione dei punti deboli del sistema e l’aggiornamento alle nuove leggi, bisogni organizzativi interne e delle nuove metodologie di lavoro;
    3. la valorizzazione delle risorse e la motivazione del proprio personale attraverso specifici programmi di formazione e aggiornamento.

    Azioni specifiche a partire dal 2015

    Casa Don Orione ha assunto una serie di impegni concreti che riguardano principalmente:

    1. la prevenzione dell’insorgenza di non conformità di servizi/prodotti erogati, mediante:
      • il miglioramento delle professionalità esistenti tramite specifici corsi di formazione ed aggiornamento del personale;
      • il mantenimento degli standard di qualità delle prestazioni di servizio;
    2. il miglioramento dell’organizzazione mediante:
      • inserimento della gestione dei reclami;
      • l’analisi delle proposte e segnalazioni pervenute;
      • l’analisi dei risultati delle verifiche interne;
      • adozione di strumenti di programmazione e l’attivazione di progetti di sviluppo sui bisogni reali rilevati;
    3. La dimostrazione del raggiungimento degli obiettivi di qualità mediante:
      • il mantenimento degli standard attraverso un sistema di verifiche interne
      • la stesura di report periodici.

    Gestione reclami

    Casa Don Orione, nell’ambito del programma di miglioramento della qualità dei servizi, ha stabilito una procedura per i reclami. Il reclamo va presentato per iscritto su apposito modulo al Coordinatore di servizi che lo inoltrerà al Direttore per una prima valutazione. Entro 20 giorni verrà comunicato l’esito oppure l’invito a presentarsi ad un colloquio per ulteriori chiarimenti. Entro i successivi 30 giorni, nel caso in cui la persona non si ritenga soddisfatta, può richiedere l’esame del reclamo da parte Consiglio dell’Opera.